Reinvent your habitat: da appartamento a studio dentistico

Oggi vi vogliamo presentare il nostro progetto per la realizzazione di un nuovo studio dentistico in un vecchio appartamento: 140 mq di modernità, igiene e open space.

Oltre alle sale in cui effettuare le varie operazioni odontoiatriche, c’era bisogno di trovare gli adeguati spazi per gli uffici, sala riunione e stanza dedicata all’igienizzazione: in totale servivano 3 stanze laboratorio, di varie dimensioni, sala rx, laboratorio odontotecnico, ufficio e tutti i servizi necessari.

La forma dell’appartamento in pianta risultava molto “costretta”, con poca libertà di movimento o gioco. Abbiamo così  pensato di confinare tutti gli spazi di lavoro e i servizi nella parte posteriore, in modo da lasciare la parte anteriore per gli spazi comuni (sala di attesa, reception e uffici), giocando molto sulla luce, sia naturale che artificiale e sulle finiture, per dare il giusto equilibrio tra modernità e pulizia, senza rinunciare ad un tocco di carattere.

Abbiamo studiato due diverse predisposizioni per la sala di attesa e reception, in modo da garantire al cliente la scelta della soluzione più adeguata alle necessità:

Nell’opzione A la sala di attesa risulta tutta aperta, spaziosa, con un bancone-reception frontale rispetto all’ingresso; nell’opzione B invece appena entrati abbiamo visione dello spazio di distribuzione dello studio dentistico e siamo messi subito in realzione con la reception, che ci indicherà se procedere verso una delle stanze oeprative, oppure nella sala di attesa, alle spalle del bancone, in questo caso più privata. Nel primo caso la precedenza è agli spazi: un unico grande ambiente nel quale muoversi e sostare; nel secondo caso invece regina è la privacy, sia per i clienti in sala d’attesa, che per le telefonate della reception.

 

La scelta dei materiali e delle finiture è stata molto importante, sia sul piano funzionale, trattandosi di uno spazio sanitario era necessario scegliere materiali che potessero garantire una facile pulizia, sia su quello estetico, l’aspetto moderno e minimal non doveva pregiudicare la caratterizzazione degli ambienti.

Per questo abbiamo optato per diversificare la pavimentazione tra la parte comune e quella operativa: un parquet a listelli in oak sbiancato per la parte comune, mentre una resina bianca opaca, liscia, senza commenti e facilmente igienizzabile per la parte operativa dello studio dentistico.

Le pareti si alternano tra il colore bianco e un senape scuro, in modo da dare un tocco di colore agli ambienti, in armonia con le finiture degli arredi.

Per le sedute della sala di attesa abbiamo pensato alla poltrocina della Vitra, Eams Armchair, in bianco, con gambe finitura legno chiara, mentre per quelle dell’ufficio, con un carattere più serioso, abbiamo inserito un modello Thonet con orditura metallica e rivestimento in pelle; il tavolino e le mensole saranno sempre caratterizzate dalla coniugazione di legno e metallo.

 

 

Per quanto riguarda lìilluminazione, oltre ai faretti LED incassati nel controsoffitto, che caratterizzano gli ambienti e gli spazi di distribuzione, abbiamo pensato a due diversi modelli di lampade a sospensione, per le sale odontoiatriche e per il bancone della reception.

 

Il risultato è stato un ambiente moderno e luminoso, con dettagli di carattere e spazi ben fuibili e raggiungibili; il bianco predominante ben sis posa con i colori caldi delle finiture.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *