VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA (VMC)

Torniamo a scrivere sul nostro sito per far luce su un altro aspetto impiantistico della vostra casa (ma non solo), che viene troppo spesso tralasciato perché non molto conosciuto, ma che invece può portare notevoli benefici in termini di comfort e risparmio!

Stiamo parlando della VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA, spesso chiamata anche

VMC: cos’è?

La ventilazione meccanica controllata è un modo per garantire un adeguato riciclo d’aria negli ambienti senza bisogno di dover aprire finestre, in modo da salvaguardare la temperatura interna e allo stesso tempo smaltire il tasso di umidità che per forza di cose si genera negli ambienti vissuti.

Perché è importante dotarsi di un sistema di VMC?

Innanzi tutto è un ottimo sistema per tutelare la tua salute: questi sistemi infatti purificano l’aria in entrata, a differenza della semplice finestra aperta, eliminando pollini, polveri e smog, e permettendoti di respirare aria fresca e pulita.

In secondo luogo, ma non meno importante, questo meccanismo assicura un costante ricambio d’aria riuscendo così a regolare il livello di umidità negli ambienti ed evitando la formazione di condensa sulle pareti, e di conseguenza di muffe.

A questi benefici si aggiungono due dettagli fondamentali: rispetto al lasciare le finestre aperte per garantire ricambio d’aria, con questi sistemi, non solo godrete di un maggior comfort acustico,  evitando che eventuali rumori esterni ti disturbino, ma potrete recuperare il calore dell’aria in uscita, garantendoti un miglioramento delle prestazioni energetiche della tua casa e di conseguenza un risparmio sulla bolletta del riscaldamento!

Come funziona la VMC?

Ci sono diversi sistemi di funzionamento, a cui ovviamente corrispondono diverse fasce di prezzo; il sistema più completo è quello della VENTILAZIONE CENTRALIZZATA.

Questa tipologia prevede un sistema di canalizzazione (sono quindi necessari spazi in cui far passare le suddette tubazioni, quindi non sempre è fattibile) che collega l’unità ventilante alle varie stanze; in questo modo per ciascun ambiente verrà garantita l’estrazione dell’aria umida e viziata e allo stesso tempo l’immissione di aria pulita e asciutta. Come anticipato sopra questo sistema è il più completo ma anche il più dispendioso, anche in termini di manutenzione, ma soprattutto prevede la presenza di spazi appositi per il passaggio dei tubi e una fase di progettazione più complessa.


Un’alternativa è quella della VENTILAZIONE A FLUSSO ALTERNATO, un sistema semplificato costituito da macchine che per metà del tempo estraggono e per metà del tempo immettono aria dal medesimo condotto. Il recupero di calore è molto limitato, non è prevista filtrazione o se presente è molto grossolana, e per funzionare correttamente è necessario installare due apparecchi in ogni stanza.


Infine esiste la VENTILAZIONE DECENTRALIZZATA A DOPPIO FLUSSO, che ad oggi rappresentano un buon compromesso tra funzionalità, consumi e economicità di installazione, di manutenzione e di esercizio. Questo sistema prevede una o più macchine deputate a ricambiare l’aria di una singola stanza, anziché fare affidamento su un dispositivo centralizzato: ci sono due condotti, una per l’aria in uscita e uno per quella in entrata, in modo che i due flussi non si incontrino mai; in questo modo si assicura un ricambio di tutta l’aria della stanza con un solo apparecchio, e il recupero di calore è costante ed elevato.


Ovviamente non esiste un sistema migliore ed uno peggiore in assoluto, tutto va valutato in singoli casi, sulla base delle esigenze e delle aspettative del cliente, oltre che su problematiche tecniche.

Per questo se siete interessati a saperne di più o se volete un aiuto nella scelta migliore per il vostro ambiente: scriveteci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *