Signa, una porta per la città

Anno: 2016

Committente: Comune di Signa

Concorso di idee per la riqualificazione dell’ingresso alla città di Signa. IV Classificati

Ai temi del costruito/naturale e dell’ingresso/passaggio è stato legata l’idea dell’argine non come limite netto, definito, ma piuttosto come diaframma, limite permeabile tra ambiente naturale e ambiente costruito, che rappresenta al tempo stesso la linea di confine del centro urbano e uno snodo fondamentale di passaggio e di percorsi di vario genere. Il concetto di diaframma ci ha portato poco a poco a ragionare su un elemento che, pur separando i diversi spazi che oggi si mescolano in modo disordinato nel contesto dell’area di intervento, li “legasse” l’uno con l’altro, in modo da creare un nuovo tutt’uno più coerente e fruibile. La storia della città di signa ci ha fornito un altro spunto: il tema della paglia intrecciata si vuole infatti richiamare alla memoria l’importanza storica di Signa all’interno del bacino lacustre della piana fiorentina come importante centro manifatturiero.